Pink Flamingos

Posted on 7 settembre 2010 di

1


Ho appena visto la cosa più disgustosa di tutta la mia vita. Si chiama Pink Flamingos (fenicotteri rosa) di John Waters e assomiglia ad un film. Ma non lo è esattamente.

E’ la storia di Divine, celebre travestito statunitense degli anni 70, e di come in qualche caso la coinquista del puro disgusto possa essere la cifra estetica e la priorità assoluta per la vita di qualcuno, o come magari meno ingenuamente, qualcuno voglia solo sbattere in faccia al comune senso del pudore, con immagini forti e innocue canzonette pop d’annata, il bisogno assoluto di smitizzare tutto ciò che rende l’uomo un essere civile.

Divine vive in una roulotte sperduta nel Maryland, con la madre relegata in un box per neonati, obesa e del tutto dipendente dalle uova di gallina, una strana compagna di viaggio ninfomane, e Crackers, il figlio pervertito, che ama seviziare giovani ragazze tramite l’uso di polli che vengono massacrati tra le cosce delle sfortunate in un lago di sangue.

Dall’altra parte due loschi figuri, un uomo e una donna legati da un morboso legame sessuale, cercano di rapire all’affascinante protagonista lo scettro di “persona più disgustosa del mondo” rapendo giovani vergini da far ingravidare e poi uccidere dal proprio uscere superdotato, per poi attuare una tratta illegale di bambini con coppie lesbiche in cerca di figli.

Il climax della grottesca vicenda si realizza quando i due spediscono all’odiata Divine un pacco regalo per il suo compleanno con all’interno un grosso escremento per poi denunciare alle autorità la sua oscena festa di compleanno, coronata da droghe ed esibizionismo estremo, fino allo sconvolgente finale.

Tutto questo per dire: è anche questa arte? Fin dove ci si può spingere per non cadere nella pura grettezza fine a se stessa?

Consiglio a chiunque (soprattutto a chi ha uno spirito piuttosto debole) di vedere quest’opera controversa, per capire fin dove la nostra moralità ha veramente eretto i suoi paletti e fin dove qualcuno può veramente forzarli per distruggerli una volta per tutte.

L’unica cosa che posso dire dal conto mio è che qualcosa si smuoverà di certo dentro i vostri stomaci e le vostre menti, a questa orrenda visione.

E in ogni caso sarà meraviglioso.

Annunci
Posted in: Cinema, Pazzo mondo