Che ne dite?

Posted on 29 luglio 2010 di

0


E’ notizia di qualche tempo fa, scovata per noi, quella riguardante un “particolare” servizio di Autolavaggio operante in quel di Brisbane (Australia).
Le autorità australiane hanno dato il loro nulla osta ad un imprenditore locale per aprire il servizio chiamato “Bubbles and Babes”, affermando che tale attività non viola la legislazione vigente nè le norme di restrizione sull’uso dell’acqua in caso di siccità.
E che caspita, cioè avete letto?! BUBBLES AND B-A-B-E-S…BABES!
In poche parole con un costo di circa 35 euro l’azienda non solo ti offre un efficiente e preciso lavaggio della tua carretta ma lo fa con una ragazza in topless, tutta calda e provocante.
Facilissimo da immaginare il boom che sta avendo questa nuova tendenza, si sa, da sempre cinema e pubblicità hanno rimpolpato le fantasie maschili su strusciamenti di accumuli abbondanti ed adiposi su cruscotti e portiere insaponate.

Sono due le domande che mi pongo (in realtà sono molte di più ma posso arrivare ad una sintesi):
Per collaborare in questo autolavaggio bisogna inviare un curriculum, una foto, le misure, un video che dimostri le capacità femminili e sensuali di un lavaggio Hot?
Il prossimo passo sarà l’attivarsi di comitati di tutela della donna e chiusa di questa volontaria strumentalizzazione o l’apertura di un nuovo servizio diretto per lo più al pubblico femminile?
MA QUANDO AI DIPENDENTI VIENE CHIESTO CHE LAVORO FANNO E DI CHE SI OCCUPANO QUALE RISPOSTA PLAUSIBILE VERRA’ DATA? Sbatto il mio culetto e queste tettine insaponate sui parabrezza roventi?!

Si consideri anche che con l’aggiunta di una somma irrisoria di 25 euro il lavaggio verrà effettuato completamente nuda…come mamma l’ha fatta e cresciuta, con un mix di erotismo e pop porno, vedremo tra qualche anno anche noi BOLLE E PUPE o questo trend si fermerà oltre oceano?Chi vivrà vedrà. intanto noi accontentiamoci di Velone ogni sera alle 20.45, i veri trasgressivi siamo noi.
Un saluto

France

Annunci
Posted in: Pazzo mondo