Urban Ecofestival Verona

Posted on 10 luglio 2010 di

1


Se stasera e domani non sapete come ammazzare la serata, fate un salto ai bastioni Santo Spirito (quelli di Porta Palio, dove si fa la Festa in Rosso, per intenderci). Troverete la nuova versione dell’Urban Zoo- quest’anno trasformato,chissà poi perché, in Urban Ecofestival. Annessi e connessi: esibizioni live interessanti (vedi sotto), enorme banchetto panineria (anche con la succursale vicino al palco) e infiniti banchetti Heineken (aperti dalle 18.00). Insomma, ci piace.

Suonerà l’Orchestra di Piazza Vittorio, formata da sedici musicisti provenienti da tutto il mondo.

Per i calciofili sarà possibile vedere la semifinale alle 20.30 su megaschermo, il concerto inizierà solo dopo.

Invece l’11 luglio, nel pomeriggio a partire dalle 16.00 spazio alla musica indipendente con Audiocoop, Al-Kemi Records (con Denise e i Diverba. Non abbiamo trovato altre informazioni) e The Onest Apes (ci sono su facebook, se vi interessa).

La sera sarà purtroppo o per fortuna dedicata al calcio con la finale dei mondiali e varie premiazioni sportive.

Tutto gratuito, vetro proibito, impatto ambientale zero.

Impressioni postume (zarizin): l’Orchestra di Piazza Vittorio meritava davvero. Non solo la composizione umana è eterogenea- e va dall’Ungheria a Cuba, dal Senegal a Caserta “capitale morale d’Italia” (cito)- ma anche quella musicale. E’ un’ orchestra che mischia infatti i bonghi con i violini e le chitarre elettriche, raggiungendo un’inaspettata armonia. Musica come un fiume che si riversa sugli spettatori, quasi tenuti a partecipare alla sinfonia, sia pure con un movimento ondeggiante e un battito di mani. Colorati, vitali, meravigliosi i componenti che si divertono moltissimo sul palco. E che trasmettono quella gioia di vivere e di suonare a chiunque li stia ascoltando. Promossi a pieni voti.

Annunci